Emergenza Coronavirus - Sospensione delle rate (moratoria) dei mutui ipotecari prima casa

Decreto Legge 18/2020 - Legge di conversione 27/2020

Chi può chiederla

  • I lavoratori dipendenti che abbiano perso il lavoro o siano in cassa integrazione.
  • I lavoratori dipendenti che abbiano subito sospensione o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni.
  • I lavoratori autonomi e i liberi professionisti (compresi artigiani e commercianti) che abbiano subito un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto al fatturato dell’ultimo trimestre 2019.

Come chiederla

  • Bisogna presentare alla propria banca il modulo scaricabile sul sito del Dipartimento del Tesoro.
  • La gestione della pratica è affidata alla società Consap spa.
  • Tutte le indicazioni sulla documentazione da presentare sono disponibili sul sito Consap.
  • Verifica sempre anche le informazioni presenti sul sito internet della tua banca.

A chi chiederla

All’intermediario presso il quale il mutuo è in corso di ammortamento.

Tutte le banche, gli intermediari finanziari vigilati e gli altri soggetti abilitati alla concessione del credito in Italia devono accettare le richieste di moratoria, purchè rispettino i requisiti previsti dal Decreto legge “Cura Italia”.

Importante

  • Il mutuo ipotecario deve essere stato contratto per l'acquisto dell'abitazione principale.
  • La sospensione può essere richiesta per mutui di importo non superiore a 400.000 euro.
  • Non è richiesta la presentazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).
  • È possibile beneficiare della sospensione anche se già fruito in passato, purché l'ammortamento sia ripreso da tre mesi.
  • È stato previsto che il Fondo sopporti il 50% degli interessi compensativi che maturano nel periodo della sospensione.