Ambiente e risparmio

Il 5 giugno si celebra la Giornata dell'Ambiente. Un appuntamento che dal 1974 ricorda a governi, imprese e cittadini quanto sia importante la tutela del Pianeta. Al centro dell'edizione 2021 il ripristino dell'ecosistema, una sfida globale da realizzare entro il 2030 a cui siamo chiamati tutti a contribuire.

Anche la Banca d'Italia intende fare la sua parte confermando il suo impegno, avviato ormai da diversi anni, nel promuovere una cultura attenta ai temi ambientali e una maggiore consapevolezza sui rischi legati ai cambiamenti climatici e sulle interconnessioni tra sostenibilità finanziaria e ambientale. Dal 2010 la Banca d'Italia pubblica ogni anno un Rapporto ambientale con un duplice obiettivo. Da un lato, monitorare la sua impronta ecologica, la cosiddetta carbon footprint. Dall'altro, testimoniare il proprio impegno per la salvaguardia del futuro della collettività. Ciò significa che la Banca d'Italia vuole ridurre l'impatto ambientale delle sue attività. E per farlo si è impegnata nel misurare l'efficacia delle sue iniziative aggiornando una serie di indicatori ambientali (consumi di energia, produzione di rifiuti e così via).

Ridurre la propria impronta energetica non è solo una scelta (sempre più obbligata) per preservare l'ambiente per le future generazioni. È anche una possibilità di risparmiare sui propri conti di casa; semplici gesti come spegnere gli elettrodomestici (non lasciandoli in standby, ovvero pronti a essere usati con un colpo di voce o di telecomando), usare luci a led al posto di quelle a incandescenza, scegliere - quando giunge il momento di rottamare un elettrodomestico - di sostituirlo con uno di classe energetica AAA può portare a diminuzioni anche significative nella bolletta. Anche i consumi di acqua possono essere tenuti a bada: se da un lato si può risparmiare all'ambiente la plastica delle bottiglie delle acque minerali e usare l'acqua del rubinetto al loro posto (sapevi che i limiti di presenza di minerali sono più stringenti per l'acqua dei rubinetti e quindi di fatto è anche più salutare per te?), si può risparmiare acqua con piccoli accorgimenti come lavarsi i denti senza lasciare scorrere il rubinetto dell'acqua per esempio o abbassare di un solo grado il riscaldamento. Piccoli gesti che possono far risparmiare molto di più di quanto pensiamo soprattutto se a ricordarcene siamo in tanti. Davvero una situazione in cui a vincere siamo tutti, a partire dal nostro futuro.