Gestire le proprie finanze nei momenti difficili. Cosa conta? Fai anche tu il sondaggio presentato al Salone del Risparmio 2022

Nei giorni scorsi si è svolta la XII edizione del Salone del Risparmio, il più grande evento di settore che ogni anno permette ai diversi attori del risparmio gestito di condividere esperienze e affrontare a tutto tondo le tematiche riguardanti il risparmio.

Al centro della tre giorni quest'anno sono stati i temi della sostenibilità, dell'innovazione, della digitalizzazione, ma anche della previdenza complementare e dell'educazione finanziaria, quale pietra miliare per la resilienza finanziaria e antidoto ai momenti difficili presenti e futuri.

Prima la pandemia, ora il perdurare del conflitto in Ucraina con l'aumento dei prezzi e il caro energia. Senza dimenticare la corsa ai ripari imposta dalla crisi climatica. Come non preoccuparsi per le proprie tasche e i propri risparmi in un quadro del genere?

In questi momenti così complessi diventa fondamentale fare scelte di gestione del denaro avvedute, evitare errori, interrogarsi su come fare la propria parte per aiutare il pianeta, su come costruire oggi un futuro sereno, mettendo al sicuro (e possibilmente a frutto) i risparmi di una vita. In una parola diventa cruciale aumentare la propria cultura finanziaria.

Nella giornata di chiusura della manifestazione sono stati presentati i risultati di un interessante sondaggio a cui hanno risposto i lettori del Corriere nei giorni precedenti all'apertura del Salone. Sette quesiti per testare la consapevolezza delle persone circa la complessità delle scelte finanziarie e per comprendere la loro attitudine verso l'educazione finanziaria.

Al sondaggio promosso dal Comitato per l'Educazione finanziaria e dall'Economia del Corriere della Sera hanno risposto oltre 1500 lettori perlopiù uomini (l'81% dei rispondenti è di sesso maschile a conferma del fatto che, come raccontiamo spesso in questo portale, le donne sono meno interessate all'economia e alla finanza e ne sanno meno in queste materie rispetto agli uomini). Un campione non del tutto a digiuno di conoscenze economico-finanziarie, ma che ci ricorda quanto sia importante (anche per chi mastica già un po' di economia) investire nella propria cultura finanziaria, affidarsi a fonti informative affidabili prima di prendere decisioni finanziarie, e soprattutto riuscire a portare l'educazione finanziaria tra i banchi di scuola.

Rispondi al sondaggio per vedere se anche tu la pensi come i lettori del Corriere!