I Navigati, la serie. Episodio n.8 - Ghost broking

Ci sono volte in cui verrebbe voglia di chiamare gli acchiappafantasmi, anche quando si tratta di assicurazioni.

Quando una cosa sembra troppo bella per essere vera, probabilmente non lo è!

In tv, sugli spazi social a pagamento, nelle strisce pubblicitarie sulle pagine dei siti ci si può imbattere spesso in promozioni di società assicurative. Esistono diversi portali che confrontano i prezzi e i servizi offerti per facilitare la scelta e trovare le offerte più convenienti. Alcune offerte sono fuori mercato, molto più basse della media. Non solo, spesso sono attive per pochi giorni, per poi sparire all’improvviso.

Le offerte molto vantaggiose, spesso, possono nascondere una truffa, l'assicurazione fantasma. Questa truffa si sostanzia nel fatto che finiamo con il pagare per un servizio che nella realtà non viene erogato, per questo l'assicurazione è "fantasma" (ghost in inglese). Incappare in questa truffa è particolarmente odioso, perché ci si trova a pagare multe salate (fino a 3.396€), per circolare senza una vera assicurazione (obbligatoria), e a dover risarcire eventuali danni (alla propria macchina e a quella di altri) di tasca propria.

A cosa prestare attenzione per evitare questa truffa:

  • Il prezzo: quando le offerte sono troppo vantaggiose è facile che nascondano qualche insidia se non, appunto, vere e proprie truffe.
  • Il mezzo di pagamento: per evitare di essere rintracciabili, i truffatori invitano a fare pagamenti direttamente su carte prepagate invece che su conti corrente.
  • L'assicuratore: per quanto possano rubare l'identità di un vero assicuratore, ogni assicuratore deve essere iscritto all'albo: è importante controllare il numero identificativo.

C'è qualcosa che può aiutare a mettersi al riparo da questa truffa?

  • Il sito dell'IVASS offre innanzitutto una serie di elenchi dove poter verificare che la società che ci sta offrendo una assicurazione super vantaggiosa sia effettivamente reale; poi per conoscere, confrontare e acquistare una polizza auto senza timori, si può usare il preventivatore pubblico, l'applicazione web, realizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico e dall'IVASS, che consente di confrontare i costi delle coperture r.c. auto offerte dalle imprese assicurative operanti in Italia.

E, come sempre… fate come i Navigati. Informatevi. Tenetevi aggiornati sulle ultime truffe. Come? Il Certfin, che ha patrocinato questa campagna web, è un ottimo inizio. Per il mondo delle assicurazioni, non solo quella auto, il sito dell'IVASS raccoglie tante informazioni e spiegazioni utili per conoscerle meglio. Buona lettura!

Il web è un luogo meraviglioso, basta solo conoscerne le insidie e sapersi proteggere!