Il paniere dell'inflazione

Storia dei consumi degli italiani

I più giovani, prima di questo ultimo anno, forse non avevano mai sentito parlare di inflazione, qualcuno l'avrà studiata sui libri, di certo non l'avevano vissuta. Adesso è difficile trovare qualcuno che non sappia che l'inflazione in Italia ha superato negli ultimi 12 mesi il 10%. La Banca centrale europea in un cartone animato di qualche tempo fa parla di mostro dell'inflazione!

Anche noi ne abbiamo scritto più volte. In fondo a questo articolo sono riepilogate le notizie che abbiamo pubblicato. Oggi ritorniamo con qualche curiosità in più sul paniere dell'inflazione, che è un po' il cestino della spesa degli italiani e ci dice molto della nostra storia!

Il paniere viene utilizzato per costruire un indice dei prezzi al consumo, la cui variazione ci dà la misura dell'inflazione: costruire bene il paniere significa arrivare a una misura dell'inflazione realistica e significativa.

A seconda del periodo storico, quindi, i beni e i servizi compresi nel paniere cambiano, così come cambia l'importanza che hanno nell'indice: questa complessa costruzione serve a rendere il paniere dell'inflazione il più possibile rappresentativo delle abitudini di consumo degli italiani.

È l'Istat che si occupa di misurare l'inflazione e ci racconta che in Italia il paniere nacque nel 1928 ed era inizialmente formato da 59 prodotti, soprattutto beni alimentari. Dal 1999 il paniere viene aggiornato ogni anno e oggi conta ben 1.772 diversi beni e servizi, divisi in 12 raggruppamenti.

Nel primo paniere attivo fino al 1938, oltre ai prodotti alimentari c'era la legna secca per il riscaldamento e quella per la cottura dei cibi, che resteranno nel paniere fino al 1966, seppur con importanza via via decrescente. Nel 1986 entra la carta da lettere, ma scompare dopo appena un decennio; i telefoni cellulari sono entrati nel paniere nel 1996 e l'abbonamento a Internet nel 1999, mentre nel 2018 sono usciti definitivamente i servizi di telefonia pubblica (le care, vecchie, cabine telefoniche!).

Sempre nel 2018 entrano mango e avocado, che soltanto un decennio prima non sarebbe stato pensabile trovare sui banchi dei mercati.

Nel 2022 sono entrati nel paniere la sedia da PC, la friggitrice ad aria, i tamponi per il Covid 19 e la psicoterapia individuale; sono invece definitivamente usciti i cari vecchi compact disk. Dal 2020 vengono monitorati anche i trattamenti estetici per gli uomini.