Le notaie e i notai si uniscono alla Banca d'Italia nell'educazione finanziaria alle donne

La Banca d'Italia e il Consiglio nazionale del Notariato hanno deciso di collaborare con l'obiettivo di raggiungere, fin nei comuni più piccoli e remoti, le donne con poca o nessuna cultura finanziaria e in particolare le donne fragili, vittime di violenza economica.

Magda Bianco, Capa del dipartimento Tutela della clientela ed Educazione finanziaria e Valentina Rubertelli, Presidente del Consiglio nazionale del Notariato, hanno così sottoscritto, lo scorso 24 giugno, presso palazzo Koch, sede della Banca d'Italia, un accordo quadro che sancisce ufficialmente questa collaborazione grazie alla quale i materiali di educazione finanziaria della Banca d'Italia verranno integrati con aspetti giuridici curati dai notai come ipoteche, altre garanzie o questioni ereditarie.

Come ricordato in altri articoli, l'alfabetizzazione finanziaria delle donne è particolarmente bassa in Italia, in un contesto in cui l'intera popolazione adulta risulta in fondo alle classifiche internazionali. Le donne rappresentano la metà della popolazione italiana, l'impegno nei loro confronti da parte di un'Istituzione pubblica che si adopera per la tutela della clientela e l'educazione finanziaria è doveroso tanto quanto necessario, la sfida è diventare sempre più efficaci.

L'accordo entrerà nella sua fase operativa nel prossimo mese di ottobre, che in Italia è il mese dedicato ormai da alcuni anni all'educazione finanziaria. Continuate quindi a seguirci perché troverete su questo sito e sul portale nazionale di educazione finanziaria Quello che conta indicazioni per seguire i numerosi appuntamenti di informazione, formazione e sensibilizzazione del mese, dedicati alle donne ma non solo.