Solo le banche e i soggetti autorizzati possono creare moneta scritturale

Rischi per i cittadini

Su Internet, da qualche tempo, soggetti singoli e collettivi incoraggiano la creazione della cosiddetta "moneta scritturale".

Quella che potrebbe sembrare solo una stravagante iniziativa è, in realtà, una attività illegittima e rischiosa.

I suoi promotori, mettendo a disposizione anche appositi moduli, sostengono che ogni cittadino possa:

  • creare moneta "scritturale" attraverso proprie registrazioni contabili
  • adempiere ai propri debiti con la moneta scritturale creata.

Ma ... ATTENZIONE!

  • tali soggetti, pur qualificandosi spesso come "organismi monetari con funzioni bancarie" o "banche virtuali" non hanno alcuna autorizzazione da parte delle Autorità di Vigilanza
  • la creazione di "moneta scritturale" da parte dei singoli cittadini non è consentita da nessuna norma nazionale o internazionale
  • il pagamento tramite la "moneta scritturale" così creata non ha alcuna validità e, quindi, si può essere sottoposti alle azioni giudiziali di recupero del debito, con la conseguente applicazione di sanzioni o di interessi di mora
  • l'abusiva emissione di moneta elettronica e l'abusiva prestazione di servizi di pagamento costituiscono un reato

INFATTI l'unica forma di moneta dotata del potere di estinguere le obbligazioni in denaro è quella creata da:

  • le banche centrali - per l'euro la Banca Centrale Europea [BCE] con procedure che garantiscono la stabilità del suo valore e la fiducia generale nella moneta
  • le banche e gli altri soggetti abilitati a prestare servizi di pagamento sottoposti alla vigilanza di Autorità come la Banca d'Italia e la Banca Centrale Europea. Il possessore della moneta scritturale bancaria [assegni, bonifici, addebiti diretti, carte, moneta elettronica] può chiedere all'emittente di convertirla in qualsiasi momento in moneta avente corso legale.

Per approfondimenti puoi leggere qui.