Le 10 cose che è indispensabile sapere. Il decalogo dell'educazione finanziaria.

Oggi avviamo un percorso che ti accompagnerà per alcune settimane attraverso le conoscenze indispensabili e i comportamenti che è opportuno osservare per orientarsi nella gestione delle proprie finanze. Un decalogo per comprendere le cose essenziali, ridurre l'"avversione" per la finanza, essere meno intimiditi nel chiedere a un esperto.

Una sorta di bussola per guidarti nelle decisioni che hanno a che fare con il denaro. Non c'è un ordine di importanza, tutti i pezzi concorrono al risultato: saperne un po' di più per affrontare in modo più consapevole la quotidianità, pianificare il futuro, avere qualcosa da parte per affrontare le emergenze e gli imprevisti.

Iniziamo il nostro percorso.

  1.  Procurati qualche conoscenza di matematica finanziaria

Nelle indagini internazionali che misurano le conoscenze finanziarie, noi italiani non brilliamo. Ciò è confermato dall'ultimo rapporto PISA, acronimo per Programme for International Student Assessment (programma internazionale di valutazione delle conoscenze degli studenti): per le competenze finanziarie, i risultati ottenuti dai quindicenni italiani mostrano che dobbiamo migliorare. Infatti tra i venti Paesi che hanno partecipato alla rilevazione nel 2018, i nostri studenti si sono collocati tra il dodicesimo e il tredicesimo posto, sotto la media dei paesi OCSE. I dati PISA indicano che in tutti i Paesi, inclusa l'Italia, 9 studenti su 10 considerano la famiglia come la fonte di informazione principale sulle questioni finanziarie. Per approfondire clicca qui.