#CuraItalia. Novità per le sospensioni dei mutui

Con la conversione in legge del decreto "Cura Italia" - ora legge 27/2020 - sono state introdotte alcune novità per i titolari di mutui prima casa in difficoltà nel pagare le rate in questa particolare fase che ci ha investito. Per una panoramica sulle principali misure governative a sostegno delle famiglie indebitate puoi leggere qui.

La prima (buona) notizia è che l'importo massimo dei mutui ammessi alla sospensione è salito da 250 a 400 mila euro. Secondo le nuove disposizioni, è possibile accedere al beneficio della sospensione delle rate del mutuo per un massimo di un anno e mezzo, 18 rate mensili, con l'intervento del Fondo Gasparrini, anche per chi ha un mutuo superiore a 250.000 mila euro e fino a 400.000.

La seconda (buona) notizia, sempre secondo la legge 27/2020, è che possono accedere alla misura di sospensione con l'intervento del Fondo Gasparrini anche i titolari di mutui che fruiscono della garanzia del Fondo per i mutui prima casa, creato con la legge 147 del 2013.

Per accedere al beneficio occorre compilare il modulo sospensione rate prima casa disponibile sul sito del Dipartimento del Tesoro e presentarlo all'intermediario presso il quale è in corso l'ammortamento del mutuo. Tutte le informazioni sono disponibili qui.

Per una visione di insieme puoi guardare l'infografica.

Non sono ammessi al beneficio I mutui per i quali ci siano ritardi nei pagamenti superiori a 90 giorni consecutivi o per i quali siano state avviate procedure esecutive sull'immobile (pignoramento) o assistiti da altre agevolazioni pubbliche o da un'assicurazione a copertura del rischio (diversa dal Fondo di garanzia per i mutui prima casa).

Il Fondo Gasparrini, ovvero il Fondo di solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa, esiste dal 2007. È stato istituito, presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con la Legge n. 244 del 24/12/2007 che prevede la possibilità per i titolari di un mutuo contratto per l'acquisto della prima casa, di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate al verificarsi di situazioni di temporanea difficoltà, destinate a incidere negativamente sul reddito complessivo del nucleo familiare. Le regole e le norme che definivano chi potesse aderire al fondo sono state cambiate in questa fase di emergenza da Covid-19, ampliando la platea di possibili beneficiari e anche la dotazione del fondo.

Il Fondo di garanzia per i mutui prima casa (legge 147/2013) è una garanzia statale, fino al 50% dell'importo del mutuo (di massimo 250 mila euro) per acquisto o ristrutturazione della prima casa, che non sia una villa, un palazzo o un'abitazione signorile. Questo fondo è stato pensato soprattutto per le giovani coppie o famiglie, considerati "soggetti prioritari" per l'accesso a queste garanzie.

Il Governo ha aggiornato le FAQ (Frequently Asked Questions - risposte alle domande ricorrenti) sulle novità introdotte dai vari decreti e leggi per fronteggiare la crisi da Covid-19. Le misure e le norme nel dettaglio sono state ordinate in questa pagina.