Tappa n. 9 del decalogo di educazione finanziaria. Conosci gli strumenti di tutela a disposizione del cliente bancario

La cassetta degli attrezzi del cliente bancario consapevole comprende anche la conoscenza e la capacità di azionare gli strumenti di tutela predisposti dall'ordinamento.

Per prima cosa puoi presentare un reclamo alla tua banca che ha 60 giorni di tempo per risponderti.

Se non risponde o comunque non sei soddisfatto puoi decidere di presentare ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF), una forma di tutela veloce, economica e semplice, tanto che non c'è bisogno di alcuna assistenza legale. Nel ricorso presentato, si possono proporre soltanto questioni già espresse nel reclamo presentato alla banca. Si può ricorrere all'ABF al massimo entro 12 mesi dalla presentazione del reclamo alla banca. Trascorsi 12 mesi bisogna presentare un nuovo reclamo.

È anche possibile accedere a Servizi online della Banca d'Italia. Ne abbiamo parlato in queste pagine recentemente. Servizi online consente di segnalare un presunto comportamento irregolare o scorretto di una banca o altro intermediario o di conoscere alcune informazioni, come sapere se si è stati iscritti al registro della Centrale dei Rischi; ma per risolvere un contenzioso l'Arbitro Bancario e Finanziario resta la soluzione ottimale senza dover intentare una causa che può essere lunga e costosa.

Per approfondire clicca qui.