Anche per noi è tempo di bilanci. Velocemente ci scorre davanti un anno intenso, tanti accadimenti, alcuni inattesi e drammatici che hanno messo alla prova - ancora una volta - la nostra capacità di resistenza e di adattamento sul piano economico e finanziario, ma non solo.

Ricordiamo i temi più importanti che abbiamo trattato. Lo facciamo attraverso la lente con la quale cerchiamo di leggere ciò che accade intorno a noi ogni giorno: le principali azioni di gestione del denaro. Niente paura, saremo il più possibile leggeri, augurandoci che serietà e leggerezza possano sempre combinarsi virtuosamente nell'anno nuovo che ci aspetta.

Pianificare e Pagare

Nei primi giorni del 2022 abbiamo seguito le vicende della famiglia Navigati, una serie web sul tema delle truffe e frodi online, rinnovata e riproposta anche in autunno. I Navigati sanno come trarre vantaggio dalle comodità del mondo digitale difendendosi dalle insidie a cui la stessa digitalizzazione ci espone! Il nostro consiglio? Fate come i Navigati, informatevi e tenetevi aggiornati sulle ultime truffe, come ad esempio il Money muling. Il sito del Certfin, che ha patrocinato la campagna web, è una ottima fonte informativa ma anche sul nostro sito trovate utili informazioni e poi c'è la nuova Guida in parole semplici su I pagamenti nel commercio elettronico!

È importante ricordare che, anche se i frodatori sono sempre in agguato, i pagamenti elettronici sono affidabili grazie a norme europee molto attente e prescrittive. In occasione della giornata mondiale dei diritti dei consumatori, lo scorso 15 marzo, abbiamo riepilogato tutte le tutele dei pagamenti elettronici previste nel nostro ordinamento. Tra le principali misure di sicurezza c'è l'autenticazione forte del cliente (o SCA - Strong Customer Authentication).

A febbraio la Banca d'Italia ha partecipato con cinque webinar a Saper(e)Consumare, il progetto interdisciplinare, rivolto ai docenti delle secondarie di I e II grado e promosso e finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, con l'obiettivo di potenziare la cittadinanza digitale: dalla pianificazione familiare, alle modalità per comprare e pagare beni e/o servizi, alle scelte di investimento responsabili, ai rischi che si celano nelle piattaforme digitali. Sempre a febbraio abbiamo avvisato della possibilità per i ragazzi e le ragazze delle scuole secondarie di II grado di iscriversi alle Olimpiadi di economia e Finanza; per il 2023 la competizione è stata avviata con un po' di anticipo, ne abbiamo parlato qui. La finale nazionale si svolgerà, anche per il 2023, il 5 maggio.

Risparmiare e investire

Una delle novità introdotte dalla legge di Bilancio 2022 ha riguardato l'ammontare massimo di fondi che ogni investitore può investire in PIR, i Piani Individuali di Risparmio. Abbiamo colto l'occasione per spiegare di cosa si tratta.

La guerra in Ucraina, la conseguente crisi umanitaria e economica, e il progressivo aumento dell'inflazione, hanno reso molto attuali i temi del risparmio e dell'investimento e particolarmente urgente conoscere i concetti di fondo indispensabili per una gestione avveduta delle proprie finanze. Per esempio lo spread, cosa è e perché si muove? Nei primi mesi del 2022 hanno contribuito all'aumento dello spread le preoccupazioni degli investitori a livello globale, dovute all'aumento dell'inflazione, ai possibili rialzi dei tassi di interesse e agli sviluppi geo-politici della crisi Ucraina. È solo un piccolo contributo ma abbiamo cercato di facilitare l'inserimento nella nostra società dei profughi ucraini rendendo disponibili nella loro lingua le informazioni per l'apertura di un conto di base e l'accesso ai servizi bancari fondamentali sul territorio nazionale italiano.

L'effetto dell'inflazione più avvertito dalle persone è la perdita del potere d'acquisto della moneta. In linea con la nostra missione di spiegare in modo semplice il contesto economico nel quale viviamo ci siamo soffermati su come proteggere i propri risparmi dall'inflazione. Farli fruttare attraverso investimenti consapevoli è sicuramente la via da preferire, se si può. Occorre ricordare le regole di base, come diversificare e fare attenzione ai rendimenti "reali" che tengono conto della perdita del potere di acquisto della moneta.

Nella scelta su come investire, le persone devono poter decidere in modo informato anche riguardo agli strumenti finanziari che, oltre a generare un rendimento, possono avere un impatto positivo sull'ambiente e sulla collettività nel medio e lungo termine. Ecco comparire una sigla dal significato che potrebbe risultare oscuro: ESG. Parliamo di finanza sostenibile.

Sempre in tema di investimenti, abbiamo provato a fare chiarezza su due modalità di investimento più semplici di quanto si possa pensare: i Piani di investimento del capitale e i piani di accumulo, PIC e PAC.

Un investimento che certamente scoraggiamo è quello in cripto-attività. Le cripto-attività sono strumenti rischiosi e speculativi e non sono adatte alla maggior parte dei consumatori né come investimento né come mezzo di pagamento.

Chiedere un prestito

Per contrastare l'inflazione la Banca centrale europea (BCE) ha aumentato i tassi di interesse. È stato uno degli argomenti che ha interessato di più i nostri lettori. I tassi BCE influenzano direttamente e indirettamente le rate dei mutui a tasso variabile: quando questi crescono, aumenta il costo del mutuo e quindi cresce l'importo della rata, sia per i mutui già in essere sia per quelli da stipulare. Qui è disponibile un calcolatore che aiuta a vedere come cambia la rata al cambiare del tasso.

Non ci stanchiamo mai di ricordare che ottenere credito da banche e altri intermediari è senza dubbio un'opportunità, tuttavia occorre governarla e stare attenti a non fare il passo più lungo della propria gamba indebitandosi oltre le proprie possibilità perché le conseguenze possono essere spiacevoli e gravi. Può accadere anche che ci si indebiti senza rendersene bene conto. Da qualche tempo le piattaforme di e-commerce, ma non solo, danno la possibilità di acquistare a rate con una particolare formula che va sotto il nome di Buy Now Pay Later (compro ora, pago dopo). Occorre stare attenti perché può trattarsi di un finanziamento con dei costi aggiuntivi e tutele limitate. Più in generale, la rateizzazione degli acquisti permette di pagare anche se non si hanno disponibilità immediate, ad esempio se si è terminato il plafond della carta o se non si hanno disponibilità sul proprio conto. È un sistema comodo, ma espone al rischio di non riuscire poi a ripagare le rate, soprattutto se si cumulano i finanziamenti di più acquisti.

C'è molto altro...

Ci fermiamo qui con la nostra carrellata sul 2022... ma non prima di aver ricordato che c'è molto altro. Le occasioni per incontrarci e per accrescere la nostra cultura finanziaria sono state e saranno davvero tante. Partecipiamo ormai stabilmente a diverse fiere e manifestazioni nazionali e internazionali: nel 2022, per la scuola, siamo stati a Didacta e abbiamo partecipato alla Global Money Week; abbiamo allestito, insieme ad altri colleghi, uno stand a Fierida, fiera dedicata all'istruzione per gli adulti e anche alla Fiera nazionale della piccola e media editoria. C'è stato poi il Mese dell'educazione finanziaria, ottobre, giunto nel 2022 alla quinta edizione, manifestazione in cui si concentrano tantissime iniziative e che è per noi l'occasione per presentare i nostri programmi dedicati a specifici pubblici come le donne, gli artigiani e i piccoli imprenditori e le persone con disabilità visive e uditive.

Perciò non perdeteci di vista! C'è sempre qualche novità sul nostro sito...

Buon Anno e Buona Educazione finanziaria dalla Redazione de L'economia per tutti!